Dott. Michele De Simone

Direttore della Chirurgia Oncologica dell’ Istituto di Candiolo
Fondazione del Piemonte per l’Oncologia (FPO) – IRCC

Dicono di me

Laura e Angelino, Torino

” Sarà difficile non ricordare questo nostro “soggiorno” torinese ma sicuramente sarà impossibile dimenticare quello che Lei ha fatto per noi. “

Maria Pia, Empoli

” Ho il cuore colmo di riconoscenza e sento la necessità, più che il dovere, di manifestarglielo. Grazie per l’accoglienza che mi ha riservato all’arrivo in ospedale, grazie per le sue parole che mi hanno restituito la voglia di vivere. Ringrazio di averlo incontrata, non solo perché mi sono sentita protetta dalla sua competenza e professionalità, ma anche per la l’umanità del suo approccio. “

Enzo e Mirella, Torino

” Siamo sposati da 50 anni e ci siamo arrivati soprattutto grazie alla sua professionalità e competenza. Grazie per tutto quanto ha fatto e farà ancora per noi. “

Anna e famiglia, Torino

” Forse andrà tutto bene, forse no, ma soltanto grazie a lei, dottore, sarà come vedere una luce in una notte buia. Un piccolo gesto per ringraziarla di tutta la sua infinita umanità e professionalità, e per averci dato una speranza, quando oramai le avevamo perse tutte. Prima di essere un grande medico, lei è un grandissimo uomo e non ci basterà una vita per ringraziarla per tutto quello che ha fatto e sta ancora facendo per la nostra famiglia. “

Laura, Torino

” Avere un medico come lei rende sereno il pensiero del futuro! Grazie. “

Anna e famiglia, Torino

” Forse andrà tutto bene, forse no, ma soltanto grazie a lei, dottore, sarà come vedere una luce in una notte buia. Un piccolo gesto per ringraziarla di tutta la sua infinita umanità e professionalità, e per averci dato una speranza, quando oramai le avevamo perse tutte. Prima di essere un grande medico, lei è un grandissimo uomo e non ci basterà una vita per ringraziarla per tutto quello che ha fatto e sta ancora facendo per la nostra famiglia. “

Claudio, Candiolo

” Dottore la ringrazio di aver preso in considerazione la mia richiesta di essere curata nel suo reparto, perchè ho avuto modo di rendermi conto che la strada intrapresa prima, involontariamente, era assolutaemnte sbagliata. Lei dottore e la sua squadra mi avete vridato speranza nel futuro. Le auguro buon lavoro e cordialmente la saluto”

Claudia, Torino

” Gentile Professor De Simone, sono più di due anni che mi ha operato e non le ho ancora espresso i miei sentimenti di gratitudine. S appia in ogni caso, che non passa giorno in cui io non pensi a lei e a quello, che ha significato per la mia vita. Non solo mi ha consentito di vivere in modo normale, lontano da cure strazianti. La cosa più importante è che mi ha dato modo di trovare un mio significato all’esistenza. Con l’augurio più sincero di una serena vita! “

Serena e famiglia, Torino

” Non esiste dono equiparabile alla sua disponibilità e professionalità. Questi sono oggetti della nostre terre, testimoni di vite vissute e di ricordi in nome di una ricorrenza che non ha mai fine. Grazie!”

Marisa e Danilo, Varese

” Forse la guerra era già persa in partenza, alla diagnosi però, con il suo aiuto, potrò raggiungera la vittoia, ancora in qualche battaglia. Con riconoscenza”